Storie di Napoli, la linea nera. Tra fantasmi e magia nel cuore di Napoli

0

Il centro storico di Napoli può rivelare una storia ma anche mille storie, quelle che non troverete sui libri perché fanno parte dei racconti di un popolo talvolta troppo facile alle suggestioni a volte guidato da intelligenze superiori ed uniche.

Partendo da uno dei simboli dell’architettura fascista, ci addentriamo subito nei vicoli che portano al centro storico, tra Spaccanapoli, i cardini e i decumani, in un percorso insolito arriveremo alla cappella Sansevero del principe Raimondo di Sangro dove il Cristo velato nasconde ancora qualche magia mai compresa.

C’era una volta…c’erano tre sorelle che d’amore morirono, c’era poi il marito geloso e uno dei crimini più efferati della storia di Napoli; c’è poi un’anima che vagabonda nella notte, forse la vittima del barbiere e dell’amante, e quella strega dai capelli rossi che più di un giovanotto ha terrorizzato nella notte.

Intanto una carrozza reale si avvicina alla residenza del principe, cerca il segreto dell’ultima invenzione, i napoletani invece si tengono alla larga, hanno paura perché si racconta che quel Raimondo di Sangro, ricco e brillante come pochi nella storia, compia le più inaudite nefandezze sui corpi della povera gente, fino a trasformarne la pelle in sedie per la sala da pranzo! Chi erano queste anime in pena durante la loro vita? Cosa c’è di vero nelle alchimie della cappella San Severo e quali sono i simboli nascosti nella chiesa del Gesù Nuovo? Tra le tante storie scopriremo anche quella della dolce Bianca e delle sue ultime parole: “famme pure mura’ viva, ma in allegrezza o in grannezza tu me vidarraje”.

Napoli ha due anime, solare, luminosa, senza segreti ed una completamente contraria, oscura e misteriosa. Come potrebbe essere altrimenti in una città millenaria crocevia di culture e genti? Venite ad immergervi nel cuore di Napoli, fatevi corrompere dalle mie storie, e questa città rimarrà per sempre nel vostro cuore.

Costi extra: ticket per la cappella Sansevero.

 

Francesca

 

Per maggiori informazioni e prenotazioni contattaci!

Share.

Comments are closed.