Stabia e le sue ville: l’ozio alla maniera degli antichi Romani

0

Visita guidata di circa 2 ore a villa Arianna e Villa S. Marco, stupende dimore romane ubicate sul territorio dell’antica Stabia e ancora poco conosciute.

Parlare della civiltà romana in Campania ci porta d’istinto ad immaginare l’operosa città di Pompei, il piccolo centro residenziale di Ercolano o lo strategico porto di Pozzuoli. Ma i Romani, che certo non disdegnavano il lavoro, amavano al contempo anche il lusso e gli agi.

Ecco quindi il Golfo intero popolarsi  lentamente di ville sontuose, decorate con affreschi, mosaici e statue di pregevole fattura, arroccate in cima ad amene e panoramiche colline e collegate al mare attraverso monumentali gradoni o piccole insenature.

Tra le tante “location” disponibili in Campania , molti aristocratici scelsero Stabiae per le loro vacanze. Primo fra tutti Pomponiano, che sarà testimone diretto della tragica dipartita di Plinio il Vecchio, suo grandissimo amico nonché autore tra i più prolifici della Roma Imperiale. È proprio a casa di Pomponiano, infatti, che il comandante della flotta misenate trovò la morte dopo aver tentato invano di salvare le vite degli ercolanesi durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d. C.

La passeggiata ci permetterà di visitare due tra le più belle ville del territorio stabiese, la  Villa Di Arianna e la Villa S. Marco, oltre alle tracce di una terza villa ancora non del tutto esplorata. Le decorazioni ancora in situ, scampate alla smania collezionistica dei Borbone,  ci racconteranno  un modus vivendi che non ci si stancherà mai di indagare. Sono tante, infatti, le università, anche straniere, che a tutt’oggi offrono le proprie competenze per portare avanti degli scavi sistematici sul territorio stabiese, e io stessa ho avuto il privilegio di accompagnare una delegazione del Getty Museum in visita agli scavi, imparando moltissimo da questa esperienza.

 

Mimma

 

Per maggiori informazioni e prenotazioni contattaci!

Share.

Comments are closed.