Il borgo di Santa Lucia

0

Visita guidata, della durata di circa 2 ore, al quartiere di s. Lucia. Parleremo dell’essenza di Napoli ricostruendo la storia del suo primo centro abitato dalle origini alle trasformazioni degli inizi ‘900.

Per conoscere la storia di Napoli bisogna partire dalle sue radici: il Mare, dove tutto ha origine, e attorno al quale la città stessa  si è sviluppata.  Dal Mare giunsero a Napoli le spoglie della Sirena Partenope, che diede il nome alla città, e sempre dal Mare arrivarono nel corso dei secoli monaci, generali, imperatori, reali che, sullo stesso scoglio dove Lucullo costruì la sua villa imperiale, eressero monasteri, fortezze e prigioni inespugnabili. Attorno al Mare sorse il primo nucleo abitato della città che, trasformatosi attraverso i secoli, ha dato vita al meraviglioso borgo di Santa Lucia! Mai quartiere è stato più orgoglioso delle sue origini: i suoi vicoli oggi nascosti dalle sovrastrutture ottocentesche, le sue sorgenti  di acqua ferrosa ormai scomparse  e le grotte limitrofe, sedi del culto di Mitra, hanno contribuito alla fortuna di un luogo che mostra i segni inequivocabili di un incremento urbanistico molto recente.

Il mio amore per il quartiere nasce già da bambina, attraverso la chiesa di s.Lucia, scelta dai miei genitori per la mia prima Comunione e più tardi anche per la Cresima, e si completa da adulta, con l’incontro del fratello di Massimo Ranieri quale collega di mio padre.

Lasciatevi anche voi sedurre, come me, dal canto della Sirena, che ci condurrà da Castel dell’Ovo a Piazza del Plebiscito attraverso gli antichi rituali di via Chiatamone,  le storie del borgo di Santa Lucia con la sua chiesa omonima ed il suo Pallonetto, le sue antiche feste popolari e le banche dell’acqua, i suoi circoli nautici ed i suoi ristoranti, gli scrittori ed i cantanti che ne hanno svelato l’anima, intrecciando racconti e suoni del nostro passato e del nostro presente.

 

Mimma

 

Per maggiori informazioni e prenotazioni contattaci!

Share.

Comments are closed.