Buon Natale 2021 da AccadeaNapoli!

0

Buon Natale da AccadeaNapoli!

Quest’anno la redazione di AccadeaNapoli vi augura un buon Natale ricordando una poesia anonima napoletana in cui si respira l’autentica atmosfera di questa festività.

 

Poesia anonima in napoletano sul natale

Natale

Cumm’è bell’ Natale,
a sera d’a Virgilia è tutta n’allegria p’a nascit’e Gesù.
A tavola apparicchiata, l’arber’ allumminato.
‘O presepio sta stutato pecchè a mezzanotte s’add’appiccià.

Mammà int ‘a cucina prepar’e cose bone
e frie ‘o capitone ca nun ce pò mancà!
” ‘A casa è chin ‘e fummo!”
Allucca già papà “arape stu balcone ca nun se pò respirà!”

O’ nonno friddugliuso annanz’a nu vrasere
ch’e mmane dint’e mane se piglia tutt’o calore!
Natale è pruvverenza, ce penz’ ‘o Bambiniello
‘o ricco e ‘o puveriello a tutti fa campà !

(Anonimo)

°°°

Com’è bello il Natale,
la sera della vigilia è tutta un’allegria per la nascita di Gesù.
La tavola è pronta, l’albero è acceso.
Il presepe è spento perché si accenderà solo a mezzanotte.

Mamma è in cucina a preparare cose buone,
sta friggendo il capitone, che non può mancare.
Papà urla che la casa è piena di fumo e
grida di aprire il balcone perchè l’aria è irrespirabile.

Il nonno, che ha freddo, sta seduto davanti al braciere
a riscaldarsi le mani, in cerca di calore.
Natale è provvidenza, perchè si mangia, c’è il Bambinello che ci pensa a riempire la tavola.
Lui fa mangiare tutti, sia il ricco che il povero.

Share.

Comments are closed.