Spaccanapoli, cosa vedere

0

Spaccanapoli è una delle strade da visitare a Napoli. Non è possibile visitare Napoli senza attraversarla!

Spaccanapoli si chiama così perché divide il centro storico della città. Riprendendo la funzione dell’antico decumano inferiore, Spaccanapoli parte da piazza del Gesù Nuovo e arriva alla stazione. Questa strada è il vero “ventre di Napoli”, quello in cui l’anima della città è presente in tutta la sua forte vivacità.

Cosa vedere e cosa visitare a Spaccanapoli

Le attrazioni di Spaccanapoli sono moltissime: chiese, palazzi monumentali, musei e le più buone pizzerie della città. Nonostante questo, è facile individuare i luoghi da visitare:


  • Piazza del Gesù Nuovo è uno dei luoghi cardinali della città. Questa piazza separa la Napoli antica da quella moderna voluta prima dagli Angiò e poi dal vice re Pedro di Toledo. Su questa piazza affacciano la Chiesa del Gesù Nuovo e il Monastero di Santa Chiara, altri 2 luoghi da non perdere a Napoli.

  • Chiesa del Gesù Nuovo. La facciata della Chiesa del Gesù Nuovo è famosa: nella sua trama si nascondono le coordinate di uno spartito musicale!
    Originariamente, la chiesa doveva essere un palazzo nobile della famiglia Sanseverino, nel 1470. Nel 1584, subentrarono i gesuiti che trasformarono l’edificio secondo i loro canoni.
    La chiesa è attualmente uno degli esempi più prestigiosi del barocco a Napoli, oltre ad ospitare importanti opere d’arte.
    Da vedere è la cappella dedicata a Giuseppe Moscati, il medico napoletano che sacrificò la sua vita per i poveri e al quale sono attribuiti diversi e numerosi miracoli.
    Gli orari della Chiesa del Gesù Nuovo sono dalle 7 alle 13 e dalle 16 alle 19.30, tutti i giorni.

  • La basilica di Santa Chiara è famosa per il suo chiostro maiolicato e per gli interni in stile gotico, messi a dura prova durante più occasioni – tra le quali la Seconda Guerra Mondiale.
    Oltre al chiostro maiolicato, la struttura ha altri 3 chiostri: il chiostro di San Francesco, il Chiostro dei Frati Minori e quello di Servizio. Da visitare sono anche il Grande refettorio e gli scavi archeologici.
    Al Museo dell’Opera, area archeologica di epoca romana, è possibile vedere anche resti degli affreschi di Giotto.

  • Piazza San Domenico Maggiore
    Camminando lungo Spaccanapoli in direzione della stazione si arriva a piazza San Domenico Maggiore.
    Lì, si possono vedere numerosi palazzi monumentali come Palazzo Carafa della Spina e Palazzo Petrucci.
    L’abside che domina la piazza appartiene alla chiesa di San Domenico Maggiore, anche se è circondato dai tavolini di bar e ristoranti della zona.

  • La Chiesa di San Domenico Maggiore si sviluppa come un castello medievale, con tante diramazioni. Abbattuta nel 13° secolo e rivista più volte, la chiesa non conserva nulla della sua struttura primitiva.
    Da visitare sono la cappella dedicata a Boccaccio, la dodicesima a destra, la sacrestia e la galleria dove riposano i vice re e regine di Spagna e altre personalità della corte.
    Accanto alla Chiesa di San Domenico Maggiore, c’è il convento di San Tommaso. Si racconta che il crocifisso della settimana cappella abbia parlato direttamente a san Tommaso. Gli orari della chiesa di San Domenico Maggiore sono dalle 10 alle 17, tutti i giorni.

  • La chiesa di San Giorgio Maggiore, in via Duomo 237/a, è stata edificata alla fine del 4 secolo, parzialmente distrutta dal terremoto del 1640 e successivamente ricostruita in stile barocco.
    Le ultime tracce dell’epoca primitiva sono ancora percepibili all’entrata, nelle colonne romane con i capitelli corinzi.
    Gli orari di apertura della chiesa di San Giorgio Maggiore sono dalle 8 alle 12 e dalle 17 alle 19, dal lunedì al sabato. Di domenica, la chiesa è aperta dalle 8 alle 13.

  • Palazzo Cuomo si trova proprio di frontea lla chiesa San Giorgio Maggiore. Il palazzo, costruito tra il 1464 e il 1490, era destinata a una famiglia di artigiani fiorentini. Infatti, lo stile del palazzo richiama quello dei palazzi toscani.
    Oggi il palazzo è sede del Museo Filangieri, dove è possibile vedere opere di artisti tra i quali Luca Giordano, Andrea Vaccaro, Federico Barocci.
    Palazzo Cuomo è a via Duomo 288. Gli orari del museo Filangieri sono dalle 10 alle 16, dal martedì alla domenica. Il costo del biglietto di ingresso è di 7 €.

Come arrivare a Spaccanapoli

Le indicazioni per raggiungere Spaccanapoli sono molto semplici.

Per arrivare a Spaccanapoli dalla stazione, seguire Corso Umberto camminando sulla destra fino all’incrocio con via Duomo. Svoltando a via Duomo, si arriva all’incrocio con via San Biagio dei Librai, una delle strade che compone Spaccanapoli.

Per arrivare a Spaccanapoli da via Toledo, andare in direzione piazza Dante fino all’incrocio con via Maddaloni. Dopo pochi passi, si arriva a piazza del Gesù.

Per arrivare a Spaccanapoli con la metro, è possibile utilizzare la linea 1 e scendere alla stazione Dante. Oppure, è possibile prendere la metro linea 2 e scendere a Montesanto.


Come vedere Spaccanapoli dall’alto?

Dal belvedere di Castel Sant’Elmo e della Certosa di San Martino è possibile vedere Spaccanapoli dall’alto, ovvero via San Benedetto Croce e via San Biagio dei Librai.

Share.

Comments are closed.