Rione Sanità di Napoli, cosa vedere e come arrivare

0

Cosa vedere e come arrivare al famoso rione Sanità di Napoli.

Il rione Sanità è celebre sia per aver dato i natali a Totò, uno dei personaggi partenopei più amati nel mondo, e sia perché particolarmente ‘vivace’.

A differenza di molti anni fa, le strade del quartiere Sanità di Napoli non sono più pericolose. Anzi, oggi il quartiere Sanità di Napoli è sempre molto animato e affollato di turisti curiosi e viaggiatori alla ricerca della “vera” quotidianità partenopea.

 

Cosa vedere al rione Sanità

Pur essendo in uno dei quartieri più incontaminati dal turismo in città, alla Sanità ci sono tantissime attrazioni da visitare alla Sanità, dai palazzi storici alle catacombe.

In più, la Sanità è dove poter gustare la tipica granita al limone ai chioschi degli acquaioli, una pizza alla famosa pizzeria Concettina ai tre santi o un fiocco di neve, brioche riempita di ricotta, alla pasticceria Poppella.

  • Palazzo dello Spagnolo
    Una volta arrivati al mercato coloratissimo di via dei Vergini, andando a largo dei Vergini n° 19, potete visitare il Palazzo dello Spagnolo. Costruito nel 1735, è una fantasia zigzagante dell’architetto Ferdinando Sanfelice. Il disegno della scala che percorre tutto il palazzo è ormai famosissimo in tutto il mondo.

 

  • Chiesa di Santa Maria della Sanità
    Costruita dai Domenicani tra il 1602 e il 1603, la chiesa di Santa Maria della Sanità è una delle più belle di Napoli. Ciò è dovuto alle sue proporzioni equilibrate e al fatto che si eleva su un’altra antica chiesa dedicata a San Gaudioso. Qui è possibile ammirare le incredibili catacombe dedicate a questo santo. Attenzione alla cupola: notate le maioliche in ceramica.

 

  • Catacombe di San Gaudioso
    Le Catacombe di San Gaudioso sono meno conosciute delle catacombe di San Gennaro ma ugualmente interessanti.
    Le catacombe di San Gaudioso derivano da un culto dedicato a San Gaudioso, morto tra il 451 e il 452. Oltre a conoscere i riti che si svolgevano in questi ambienti, visitando le catacombe è possibile ammirare degli affreschi e dei mosaici risalenti al dal quinto all’ottavo secolo. L’ingresso è dalla chiesa di Santa Maria della Sanità. Gli orari di visita sono dalle 10 alle 13. Il prezzo del biglietto di ingresso è di 8 euro e include anche l’accesso alle catacombe di San Gennaro.

 

  • Cimitero delle Fontanelle
    Se volete saperne di più sui riti che si svolgevano nelle catacombe e sui riti dedicati alla morte che si svolgevano a Napoli, visitate anche il cimitero delle Fontanelle, a via Fontanelle 154.

 

  • Catacombe di San Gennaro
    Le catacombe di San Gennaro fanno parte dei sotterranei della città, a fianco di una chiesa che dovrebbe imitare quella di San Pietro a Roma. Queste catacombe risalgono al II secolo e si sviluppano su due livelli. Lì, è possibile vedere affreschi e mosaici paleocristiani e sarcofagi.
    L’accesso è dalla Basilica del Buon Consiglio, in via Tondo di Capodimonte, 13.
    Gli orari delle visite guidate alle catacombe di San Gennaro sono dalle 10 alle 17 dal lunedì al sabato e dalle 10 alle 13 di domenica.
    Il costo del biglietto di ingresso alle catacombe è di 8 euro.

 

  • La street art alla Sanità
    Tra le opere da non perdere segnaliamo:
    Luce di Tonio Cruz, davanti alla Madonna della Sanità, rappresentativa dei bambini del rione;
    Resistiamo di Francisco Bosoletti, ispirata a tutte le donne con figli che abitano il quartiere;
    Speranza nascosta dello stesso Bosoletti, infine, è dedicata ai senzatetto che fanno parte del centro di accoglienza del quartiere.

 

Come arrivare alla Sanità, Napoli

Per arrivare al rione Sanità a piedi dal Museo archeologico nazionale, potete girare a destra a via dei Vergini e siete arrivati al rione Sanità di Napoli.

Con la metropolitana, il rione Sanità è raggiungibile dalle fermate Salvator Rosa e Materdei (linea 1) e Cavour (linea 2).

 

 

Share.

Comments are closed.