Napoli Expò Art Polis online fino a gennaio 2021

0

Tra gli eventi di Napoli online, fino a gennaio 2021, c’è il Napoli Expo Art Polis, uno spazio virtuale del Palazzo delle Arti di Napoli.

Il Palazzo delle Arti di Napoli, conosciuto anche con l’acronimo PAN, è uno dei punti di riferimento della città per l’arte contemporanea. Il PAN, insieme a Villa Pignatelli, è tra i posti da visitare per gli amanti della fotografia.

La sesta edizione del Napoli Expo Art Polis prende corpo al secondo piano del PAN, Palazzo delle Arti di Napoli, accessibile virtualmente da diversi link online.
Le radici del Napoli Expò Art Polis sono da ricercare nella rassegna ideata da Daniela Wollmann con ARCstudio, N.E.A.POLIS. Si tratta di un evento che negli ultimi 6 anni ha avuto il merito di riunire tantissimi artisti e menti creative della città di Napoli. Per quest’anno, il tema della rassegna visitabile online fino a gennaio 2021 è La Fenice: Turbamento, Cambiamento, Rinascita. Queste le parole chiave con i quali gli artisti sono stati chiamati a confrontarsi.

 

Come partecipare all’evento online del PAN

Ecco i riferimenti utili per partecipare all’Neapois Expo Art Polis:

  • sito arcstudio;
  • sito del Comune di Napoli;
  • pagine social dell’Associazione culturale RivoluzionART/creativiATTIVI;
  • sulla pagina Facebook della rassegna Napoli Expo Art Polis;

 

Gli artisti del Napoli Expo Art Polis

Sono 30 gli artisti che hanno prodotto le 100 opere fruibili nel tour virtuale delle sale del secondo piano del PAN di Napoli:

Dario Assisi con Riccardo Maria Cipolla, Ciro Balzano, Marco Barone, Riccardo Bochicchio, Gaetano D’Anna, Francesco De Angelis, Frank Dedo, Lorenzo Di Marino, Gennaro Esca, Erasmo Falanga, Claudia Fiorentino, Cica Hay, Ida La Rana, Maria Leone, Mila Maraniello, Giordano Martone, Riccardo Matlakas, Manuela Mazzi, Fabiana Minieri, Doriana Napoli, Simona Occhiuzzi, Francesco Paolantoni, Salvatore Principe, Luana Robazza, Vincenzo Russiello, Alessandro Sodano, Barbara Spatuzzi, Sandra Statunato, Maria Rosaria Verrone, Antonio Vitale.

 

Share.

Comments are closed.