Impara 5 gesti napoletani con Munari

0

Insieme ai modi di dire in napoletano, i gesti della cultura partenopea sono tra i più eloquenti e amati da residenti e non.

Nella gestualità napoletana si racchiude la cultura di secoli. Ecco alcuni dei gesti più celebri presentati da Bruno Munari nel suo Supplemento al Dizionario Italiano (1963). Imparare i gesti tipici della cultura napoletana con Bruno Munari è facile, grazie al sapiente utilizzo della grafica.

Bruno Munari è stato un designer e artista italiano che ha insegnato molto a designer e architetti, sia all’interno che all’esterno delle classi ad Harvard dove ha insegnato. Gran parte del suo lavoro riguarda oggetti e linguaggi di uso quotidiano. Tra le sue opere d’arte e libri sui gesti, il “Supplemento al dizionario italiano”, noto anche come “Speak Italian”, è il miglior libretto da avere a portata di mano per capire “la raffinata arte del gesto”. Il libro contiene la spiegazione e le istruzioni per emulare perfettamente i gesti in questione.

AccadeaNapoli propone una selezione di alcuni gesti più utilizzati a Napoli. Anche se il riferimento del titolo è la cultura italiana, i gesti dei napoletani sono i più teatrali. Lo riconosce anche lo stesso Bruno Munari nella prefazione, arricchita infatti da antiche stampe napoletane dove i gesti sono evidenti.

 

Supplemento al dizionario itaiano

Immagini e descrizioni sono tratte da Supplemento al dizionario italiano di Bruno Munari, pubblicato per la prima volta nel 1963.

 

  • non mi interessa bruno munari gestiNon mi importa!
    La mano tocca il mento e poi si sposta in avanti

 

 

 

  • eccellente gesti Eccellente!
    Gesto che esprime un giudizio positivo e insieme una compiaciuta soddisfazione. È tipico dei golosi d’indola serena e bonaria.

 

 

 

  • ti prego gesti Ti prego
    Gesto supplichevole di chi vuole ottenere qualcosa che non può ottenere altrimenti

 

 

 

  • intesa bruno munari gestiIntesa
    L’indice si appoggia alla palpebra inferiore e la tira leggermente verso il basso. Il gesto vuol dire: siamo d’accordo, sta attento.

 

 

 

  • rabbia bruno munari gestiRabbia
    Si esprime la rabbia mordendosi la nocca di un dito, di solito l’indice. Non è necessario mordere forte: basta accennare soltanto il movimento. Ma trattandosi d’un geto pasionale e subitaneo, ogni possibile variante è ammessa.

 

Share.

Comments are closed.